Inizio pagina Salta ai contenuti

Arcade

Provincia di Treviso - Regione del Veneto


Tavolo Famiglia

La nascita del Tavolo di Coordinamento del Progetto Famiglia

Tavolo di coordinamento Progetto Famiglia“ Per quanto diverse possano essere le esperienze di vita, l’elemento accomunante e imprescindibile per ogni persona è l’appartenenza ad una famiglia.
E’ da lì che si deve partire. Questa è infatti il primo contesto in cui la persona cresce, il contesto per eccellenza impegnato nel difficile compito di ‘ personalizzare la persona’, luogo in cui si sperimentano e si imparano le regole implicite ed esplicite della socialità, contesto relazionale che fonda l’identità e il ‘corredo valoriale’ di ciascuno.”
(Dal Documento che sancisce il Regolamento del Tavolo di Coordinamento del Progetto Famiglia).


Il Tavolo di Coordinamento del Progetto Famiglia del Comune di Arcade, più brevemente Tavolo Famiglia, nasce nel marzo 2006 per iniziativa dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Emanuela Pol.
Con il costituirsi di questo nuovo organo si intendeva fare in modo che tutte le agenzie socio-educative che ruotano attorno alla famiglia, presenti nel territorio di Arcade, divenissero partecipanti attivi alle progettualità e agli interventi di promozione del benessere e di sostegno alla famiglia.
A formare il ‘gruppo di lavoro’ del Tavolo Famiglia vennero quindi convocati: i Rappresentanti dei Genitori e degli Insegnanti della Scuola Materna, Elementare e Media, il Parroco e i Responsabili delle Associazioni Sportive. Naturalmente di questa squadra facevano parte anche il Sindaco ed alcuni Consiglieri dell’Amministrazione Comunale.
Per poter avviare un dialogo proficuo tra tutte le persone coinvolte e per sostenere ed aiutare il gruppo nel progettare iniziative venne chiamata la Cooperativa Thauma specializzata in interventi socio-educativi nelle comunità.
Il Tavolo Famiglia diventava l’importante luogo in cui dar voce alle riflessioni e alle necessità di chi in prima persona vive la famiglia, valorizzandone il ruolo peculiare e le risorse specifiche.
E’ stato necessario un certo lasso di tempo perché ciascun membro potesse iniziare a comprendere a pieno la rilevanza di questa possibilità di partecipazione attiva, a guardarsi intorno con occhio più attento per scoprire la realtà di Arcade e per prendere consapevolezza dei bisogni delle famiglie che vi abitano.
Ed è stato necessario un certo lasso di tempo semplicemente per imparare a parlare all’i nterno del gruppo ed a coordinare tutti i partecipanti mantenendo un dialogo aperto, per poter costruire una rete di collaborazione che è tanto necessaria all’interno della comunità arcadese.
In seguito a questo “rodaggio”, il Tavolo Famiglia ha ricevuto in sede di Consiglio Comunale il riconoscimento istituzionale, acquisendo così una propria identità (sancita da un regolamento consultabile contattando l’Ufficio Servizi Sociali del Comune) e diventando un organo operativo del paese, in dialogo con le amministrazioni reggenti, ma autonomo rispetto al loro avvicendarsi.
Le finalità che caratterizzano l’impegno del Tavolo Famiglia sono le seguenti
- Creare una rete di solidarietà e di sostegno tra famiglie.
- Sviluppare rapporti di comunicazione, condivisione e collaborazione tra agenzie socio-educative presenti nel territorio, coinvolte a vario livello nella famiglia
- Promuovere e sviluppare opportunità e servizi in risposta ai bisogni e alle priorità espresse da famiglie, giovani e bambini del Comune di Arcade. 


Il Tavolo Famiglia attualmente
La squadra, nel tempo, ha subito alcuni cambiamenti ed ora l’attuale “formazione”, che non riceve più il supporto della cooperativa Thauma e cammina autonomamente, è la seguente:

Antonella Zanatta, (Presidente del Tavolo - Genitore Scuola Primaria)
Lucio Manno (Vicepresidente del Tavolo – Genitore Scuola Primaria e Gruppo Gulliver)
Touria Ouairem (Genitore scuola elementare – rappresentante comunità araba)
Paola Pagotto (Genitore Scuola dell’Infanzia)
Paola Scuccato e Loredana Casini (Genitori Scuola Media)
Ilaria Bignù (Coordinatrice Didattica Scuola dell’Infanzia)
Michela Marino e Delodes Marcon (Insegnanti della Scuola Primaria)
Eddi Facchin (Polisportiva)
Renzo Cisotto (Ass. Calcio)
Damiano Grespan (Ass. Karate)
Monica Baseggio (Associazione Noi e Parrocchia)
Paolo Pauletto (Gruppo di Acquisto Solidale - GAS):
Alessia Beghi (Gruppo Lettrici Volontarie “Sogni di carta”)
Sara Grella (Membro Volontario)
Marco Bonazzi, Elena Gottardo (Amministrazione Comunale)
Fabiola Manfrenuzzi (Assistente sociale)
Tutti i componenti del Tavolo (ad eccezione delle insegnanti) partecipano volontariamente e a titolo gratuito.
Ci incontriamo circa una volta al mese. La nostra modalità di operare prevede, per ogni progetto messo in atto, il crearsi di gruppi di lavoro in cui sono coinvolte anche persone che non fanno parte del Tavolo Famiglia.


Lavori in corso … e … Progetti futuri
Quali sono le iniziative che il Tavolo porta avanti?

• Progetto “Genitori In Crescita” (GIC)
Si tratta della realizzazione di percorsi di formazione per genitori che si propongono di fornire strumenti utili a rinforzare il proprio ruolo educativo. Le tematiche di ogni percorso vengono stabilite in base a: 
- riflessioni intercorse tra insegnanti e genitori, 
- confronti che avvengono all’interno del gruppo di lavoro, 
- richieste avanzate dai genitori stessi (rilevate da questionari distribuiti nel corso dei diversi percorsi di formazione)
Questi percorsi hanno il compito fondamentale di aiutare i genitori a comprendere a fondo i propri figli, a intervenire e rispondere ai bisogni più profondi dei figli e ad essere e diventare genitori più sicuri, sereni e consapevoli, modo migliore per prevenire i disagi infantili o adolescenziali. Inoltre, gli itinerari formativi consentono di accompagnare la famiglia in tutto il suo percorso educativo.
Di seguito ricordiamo le tematiche sino ad ora affrontate:
Anno 2007
“Affrontare emozioni ed aggressività dei figli” (3 incontri)
conduttricii: dr.ssa Rita Pinetti e dr.ssa Francesca Galvani (Psicologhe e Psicoterapeute del “Centro Studi Wilhelm Reich” di Padova)
Numero partecipanti: 14 
Anno 2008
“Autostima: come aiutare i nostri figli a stimarsi di più” (4 incontri)
conduttrice: dr.ssa Chiara Marchesin, (Psicologa e Psicoterapeuta)
Numero partecipanti: 20
Anno 2009
“Genitori in Regola” (Serata di formazione sul tema di regole, limiti, e responsabilità e presentazione del percorso successivo)
Relatore: dr Roberto Gilardi (autore del libro)
“Genitori in Regola” (4 incontri) Conduttore: Dr Sergio Buoro
(counselor e formatore accreditato IACP - Ist. Approccio Centrato sulla Persona)
Numero partecipanti: 24 
Anno 2010
Serate a tema
1° incontro: “Adolescenza, una crisi per eccesso – Come non aver paura dell’adolescenza dei nostri figli e crescere con loro”.
2° incontro: “Gli adolescenti ci parlano: come ascoltarli?”
conduttrice: dr.ssa Eva Sponchiado (Psicologa, Psicoterapeuta)
3° incontro: “Cibo ed emozioni. Il legame tra cibo ed affettività in età evolutiva e la prevenzione dei disturbi dell’alimentazione”
conduttrice:: dr.ssa Elisabetta Conte (Psicologa, psicoterapeuta, Docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt di Venezia)
4° incontro: “L’influenza dei mass media sui bambini e sui giovani”
conduttori: dr. Leonardo Mengo (Psicologo – Psicoterapeuta) e dr.ssa Maria Teresa Mazzetto (Psicomotricista)
Numero partecipanti: tra i 15 ed i 35
Come si può constatare, le diverse proposte, nel corso degli anni, hanno visto la presenza di un numero in crescita di partecipanti, dato che ci permette di affermare che i genitori sentono il bisogno di conoscenza, sostegno, rassicurazione e guida nel proprio rapporto con i figli.

Per l’anno 2010 è previsto un percorso, che si terrà approssimativamente tra ottobre e novembre, dal titolo “ Educare ad essere, educare con amore”. Le tematiche affrontate aiutano i genitori a costruire, nella loro relazione con i figli, dei capisaldi che li guidino e diventino il fondamento dell’amore per il figlio e dell’impulso per una sua crescita sana e felice, anche nel contributo che poi potrà dare alla società. Così, viene dato spazio alla conoscenza e alla profonda considerazione per il progetto di vita del figlio, nonché all’educazione ai valori, attraverso gli obiettivi di seguito esplicitati: 
-> Far conoscere la natura autentica del bambino e il suo mondo di bisogni, soggetto ad un continuo processo di trasformazione fino all’autonomia. 
-> Accrescere la consapevolezza nella propria realtà interiore e con essa sviluppare la capacità di lettura del proprio progetto di vita e di quello dei figli. 
-> Aiutare a riconoscere i propri imprinting relazionali: la genitorialità come conquista che ha origine nella propria infanzia, nelle relazioni con i genitori. 
-> Rivedere le proprie conoscenze e ampliare le proprie competenze per accrescere le capacità di risposta alle esigenze educative dei figli. 
-> Cogliere le situazioni di stress e le diverse tipologie di disagio, per le implicazioni che esse possono avere nella maturazione del figlio e nelle dinamiche familiari. 
-> Sviluppare atteggiamenti educativi coerenti con valori e insegnamenti che si ritiene opportuno infondere nei figli.
L’itinerario formativo, rivolto a genitori con figli di tutte le età e a genitori in attesa di un figlio, è stato concepito dall’equipe dell’ANPEP, Associazione Nazionale di Psicologia e di Educazione Prenatale (con sede a Conegliano) e verrà condotto dalla dr.ssa Lisa Sossai (Psicologa e psicoterapeuta) e dalla dr.ssa Susanna Mussato (Psicopedagogista). Per approfondimenti è possibile consultare i siti web www.sedeanpep.it e www.anpep.it


• Progetto Sport 
Anno 2006-2007
Corso di formazione per sostenere dirigenti, allenatori e genitori nell'educazione dei giovani in ambito sportivo.
(incontri condotti da una psicologa dello sport e coordinati dagli operatori della cooperativa Thauma).
Il corso ha raggiunto importanti risultati:
- E’ servito ad allenatori e dirigenti a confrontarsi sul loro ruolo educativo. 
- E’ servito a valorizzare un approccio che mira alla crescita dei bambini e dei ragazzi, anziché solo al conseguimento dei risultati sportivi.
- E’ servito alle società sportive a fare gruppo tra di loro per realizzare iniziative comuni (sport alle elementari). 
Anno 2007-2008-2009-2010
Sport alla Scuola Elementare
Le Società Sportive Arcadesi hanno messo a disposizione, a rotazione, i propri allenatori per l'insegnamento delle varie attività sportive (ciclismo, calcio, karate, pallavolo….) durante l'orario scolastico, in collaborazione con la Direzione Didattica e le maestre, per individuare i periodi e le fasce orarie più congeniali per non interferire con le lezioni.
Questo ha permesso ai bambini di avvicinarsi a sport diversi, di conoscerli e di sperimentarli. L’iniziativa è stata apprezzata sia dalle famiglie sia dalle insegnanti ed ha visto reazioni molto positive dei bambini che hanno deciso di intraprendere specifiche attività sportive.

• Festa delle Famiglie e dell’Accoglienza
La festa, quest’anno ormai alla sua 4^ edizione, viene organizzata per creare un’occasione piacevole d’incontro e scambio tra famiglie, nonché per accogliere le famiglie che da poco tempo sono residenti ad Arcade.
Grazie a questo momento di condivisione, si favorisce la conoscenza tra famiglie, tra genitori e tra bambini e l’instaurarsi di legami di amicizia, base fondamentale per creare una rete di sostegno e solidarietà all’interno della comunità.
La Festa, generalmente preceduta dal Mercatino dei Ragazzi, sino ad ora, ha previsto il pranzo secondo la modalità del “Cibiamoci” (ognuno porta un proprio manicaretto e le bevande, il tutto poi viene condiviso con gli altri in forma di buffet). Nel pomeriggio vengono proposte attività di intrattenimento e divertimento per bambini ed adulti.
L’iniziativa si dovrebbe tenere in Villa Cavalieri: negli scorsi anni il maltempo ci ha costretto ad un trasferimento in Oratorio.

• Progetto “Eta Beta”: sostegno ai bambini per i compiti
I componenti del Tavolo, in particolare le insegnanti, hanno osservato che in alcune famiglie i genitori non riescono a garantire un adeguato sostegno ai figli per lo svolgimento delle lezioni pomeridiane, sia per motivi di tempo, in quanto impegnati nel lavoro, sia per difficoltà legate al basso livello di scolarizzazione o alla mancata conoscenza delle lingua italiana. Da ciò nascono alcune difficoltà che riguardano non solo l'organizzazione e la gestione dei tempi personali e l'efficacia nel portare a termine i compiti assegnati dalle insegnanti, ma pure un progressivo calo dell'impegno e della motivazione, con il rischio ulteriore che tali comportamenti si riflettano, per i bambini, anche in ambiti sociali diversi da quello scolastico.
Il Tavolo si è quindi interrogato circa le risorse che potrebbero essere messe in campo per rispondere concretamente a tale bisogno, ed ha attivato un sottogruppo con il compito di individuare spazi adeguati, reperire prassi e materiali da altre esperienze, coinvolgere volontari adulti disponibili a collaborare.
Grazie al lavoro del sottogruppo è stato possibile realizzare il presente progetto, che concretizza ancora una volta i valori ai quali il Tavolo Famiglia si ispira, ovvero la promozione del benessere delle famiglie, la sussidiarietà, la corresponsabilità di tutte le agenzie educative della comunità.

Il progetto ha come destinatari i bambini della Scuola Elementare del Comune che necessitano di un sostegno nello svolgimento delle lezioni pomeridiane. Non si esclude che in futuro il servizio possa essere esteso agli alunni della Scuola Media, ma, per ora, il numero di volontari a diposizione non lo consente.
I bambini vengono aiutati nei compiti da uno o più volontari, attualmente, una volta alla settimana (lo scorso anno il numero di collaboratori permetteva l’intervento per due volte alla settimana), nei locali dell’Oratorio. Ai volontari non viene chiesto di tenere delle lezioni o delle ripetizioni, bensì solo di aiutare i bambini nell'organizzazione dei compiti (gestione del diario, organizzazione dei tempi e dei materiali) e nello svolgimento delle consegne. I volontari non devono occuparsi del rapporto con le famiglie: eventuali difficoltà nella relazione con i genitori possono essere riportate dai volontari stessi alla riunione mensile di supervisione. Infatti, un genitore di Arcade ha messo a disposizione gratuitamente la propria professionalità come supervisore del gruppo per affrontare eventuali problemi che possono emergere nella gestione del servizio.
Le maestre hanno il compito di individuare i potenziali utenti del servizio, garantendo due attenzioni in particolare: 
- che non si tratti di casi difficili da gestire per i volontari (dal punto di vista comportamentale e /o dell'apprendimento) 
- che vengano indirizzate a questo servizio solo le famiglie che non accedono al Gulliver (servizio di doposcuola e fornitura pasti a pagamento, già attivo per gli alunni della scuola primaria di Arcade, nato specialmente per genitori che lavorano)
Gli obiettivi fondamentali di questo progetto sono i seguenti: 
- Favorire la capacità organizzativa ed il senso di responsabilità del bambino 
- Consolidare le abilità di apprendimento 
- Favorire l'apprendimento della lingua italiana, in particolare per gli alunni immigrati 
- Sostenere le famiglie

• PERCORSO DI SENSIBILIZZAZIONE ALLA SOLIDARIETA’ FAMILIARE
Coerentemente con una delle finalità primarie del Tavolo, in collaborazione con il Centro Affido e Solidarietà Famigliare della AULSS 9, abbiamo organizzato un percorso volto non solo ad alimentare sentimenti di solidarietà nell’ambito delle famiglie, ma anche a fornire un’opportunità di incontro e scambio tra associazioni e gruppi di persone che già nella comunità arcadese si impegnano nell’aiuto e nel sostegno all’altro. Questo per poter rinforzare la rete di comunicazione e cooperazione tra tali attori nel solidale e approntare così un eventuale progetto specifico e rispondente ai bisogni delle famiglie del Paese.
Il percorso, conclusosi il 4 luglio, ha consentito il costituirsi di un gruppo di lavoro sul tema della solidarietà, in stretta collaborazione con i Servizi Sociali del Comune.

• Progetto “Prevenzione Rischio e Trasgressione” : percorso di prevenzione dei comportamenti a rischio rivolto agli alunni della Scuola Media
Il percorso, ideato e condotto da operatori (Educatori) della Cooperativa Thauma e previsto per l’inizio del prossimo anno scolastico, intende favorire l’emersione dei fattori protettivi e generativi di benessere, realizzando un lavoro in classe in cui sia dato ampio spazio allo sviluppo ed al rinforzo dei comportamenti di auto-difesa ed auto-aiuto.
Rispetto ad interventi di monito o alle indicazioni su ciò che non si deve fare, tale approccio risulta più efficace nel favorire l’apertura al dialogo da parte dei ragazzi, anche alla luce del fatto che in questo periodo evolutivo prevale il processo di affermazione ed individuazione.
Oltre a realizzare un lavoro di gruppo sull'elaborazione dei concetti di rischio e trasgressione con gli alunni, il percorso intende raggiungere ragazzi e famiglie per creare legami significativi che potranno essere sviluppati anche dopo l'uscita dalla scuola., ad esempio attraverso il loro coinvolgimento nella nascente esperienza del G.R.A. (Gruppo Ragazzi Arcade).

• Progetto Pedibus
Il Tavolo Famiglia intende promuovere, per il prossimo anno scolastico, il progetto PEDIBUS anche nel nostro Comune.
Il PEDIBUS consiste nell’organizzare l’arrivo a scuola degli allievi attraverso la creazione di una sorta di autobus che si muove grazie ai piedi dei propri passeggeri e viaggia con il sole, con la pioggia e con la neve. Si struttura un itinerario - dotato di fermate specifiche e di orari di partenza e di arrivo – lungo il quale si raccolgono i bambini, guidati ed accompagnati sino alla scuola da due adulti: un “autista” davanti ed un “controllore” dietro che chiude la fila.
Con il PEDIBUS i bambini si muovono fuori casa autonomamente, senza essere abbandonati a se stessi grazie alla presenza degli accompagnatori. Un’autonomia dalla figura dei genitori che li porta ad un progressivo rafforzamento dell’equilibrio psicologico e ad un positivo aumento del senso di responsabilità nei confronti di se stessi, del gruppo e della città nella quale vivono. Imparano, camminando, ad apprezzare il piacere del movimento, a vedere con occhi diversi la loro città scoprendone angoli sconosciuti, a capire il valore e la bellezza di una città meno inquinata, a divenire testimoni – e tramiti - della possibilità di scelta di stili di vita alternativi.

E’ un progetto che ci sentiamo di sostenere in quanto siamo convinti del suo valore educativo, civico, ecologico e salutistico.

Per poterlo realizzare sarà necessaria la collaborazione e disponibilità di un gran numero di persone, ma siamo fiduciosi che la nostra comunità saprà esprimere sensibilità e partecipazione. Ne riparleremo a settembre con informazioni più dettagliate, nel frattempo è possibile valutare questa opportunità anche visitando il sito http://www.pedibustreviso.org .


Marchio Famiglia Regione VenetoLa costituzione del Tavolo di Coordinamento ed i progetti da esso realizzati hanno permesso al Comune di Arcade di conseguire il Marchio Famiglia della Regione Veneto


Il Tavolo Famiglia è un gruppo di lavoro aperto alla partecipazione di chiunque intenda prenderne parte attivamente o voglia semplicemente portare una propria proposta. Questo tratto distintivo del Tavolo è motivato dalla necessità, profondamente sentita di dare avvio ed alimentare un sentimento di partecipazione attiva all’interno della comunità. Il contributo di tanti, oltre ad essere una ricchezza di idee e risorse, alleggerisce l’impegno e consente di moltiplicare iniziative a favore delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi.



Per contattare, intervenire o partecipare al TAVOLO FAMIGLIA

tavolo.famiglia@alice.it  
oppure
Ufficio Servizi Sociali
Tel. 0422-874073 int. 6
sociale@comune.arcade.tv.it  

Calendario

Calendario eventi
« Marzo  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
             
Contenuto

Primo piano

Errore.

Aperitivo con l'autore

Ult.agg. 05/02/2019
Errore.

Panevin 2019

Ult.agg. 27/12/2018

Altre News

Via Roma, 45 - 31030 Arcade || Tel: 0422 874073 || Fax: 0422 874038
P.Iva IT 00762340263 || Cod.Fis. 83004110264 || Cod. catastale: A360
PEC: protocollo.comune.arcade.tv@pecveneto.it || Cod. fatturazione elettronica: UFN35Y
IBAN: IT 65 F 01030 62110 000000557079